Video top secret con le lenti a contatto smart che rispondono ai movimenti dell’occhio Video top secret con le lenti a contatto smart che rispondono ai movimenti dell’occhio

face-1103708_1920Se vedete un uomo sospetto seduto su una panchina con il viso coperto da un enorme giornale… probabilmente sta solo leggendo. Se vi fissa sbattendo ritmicamente le palpebre, invece, potete iniziare a preoccuparvi. O a mettervi in posa, se preferite. Lo strano soggetto potrebbe essere infatti un portatore di lenti a contatto smart: resine di ultimissima generazione, dotate di schermo e videocamera, in grado di rispondere ai più impercettibili movimenti dell’occhio.
L’idea arriva dalla Samsung. Depositato il brevetto nel 2014, a distanza di due anni, licenza alla mano, l’azienda sudcoreana si prepara a immettere sul mercato il nuovo dispositivo.
Spessore minimo, display, fotocamera, antenna per connettività wireless e sensori di movimento, le lenti a contatto smart permetteranno di scattare fotografie e girare video ad alta risoluzione con un semplice battito di ciglia. Ma non solo. Funzioni di realtà virtuale e aumentata saranno integrate nei vetrini intelligenti, che, tuttavia, per ragioni di spazio, non disporranno di una memoria interna, ma archivieranno in tempo reale tutti i dati su uno smartphone collegato. La nuova tecnologia promette di mandare prematuramente in pensione molti dei più recenti dispositivi indossabili, compresi gli ingombranti visori per la realtà virtuale appena commercializzati dalla stessa azienda.
E se un ulteriore passo viene fatto verso il futuro, resta aperta la questione privacy, data la capacità delle lenti smart di registrare immagini all’insaputa dei soggetti ripresi.
Un giorno, senza neanche rendercene conto, potremmo ritrovarci a fissare qualcuno negli occhi e a chiedergli con voce suadente: “Primo piano, o figura intera?…”