3 giorni a Londra tra musei, parchi e marmellata di fragole 3 giorni a Londra tra musei, parchi e marmellata di fragole

Rossi i bus, rosse le cabine telefoniche, rosso il cartello della Tube che si snoda nel labirintico sotterraneo coprendo ogni angolo della Città. Rosso. E poi, bianco, e blu. Come la bandiera, la famosa Union Jack. Ma un altro colore vi rimarrà impresso: il nero. Quello dei taxi che, in alcuni momenti, diventeranno i vostri migliori amici nell’affascinante ma impegnativa tre giorni nella capitale dell’Inghilterra.
Prima di cominciare, un consiglio: occhio alle strade! I nomi delle vie a Londra cambiano da isolato a isolato, in alcuni casi da un senso di marcia a quello opposto. Perciò, munitevi di una buona cartina o di un buon navigatore per smartphone o rischierete di passare ore ed ore alla ricerca della casa che avevate preso in affitto e che – eppure ne eravate certi!!! – doveva proprio essere lì.

GIORNO 1

Londra taxiore 9.00 – Fate una buona colazione e salite su uno dei caratteristici bus a due piani. Per ambientarvi, portate con voi un cappuccino gigante, di quelli che si vedono nei film. Lo berrete tra una fermata e l’altra, viaggiando alla volta del British Museum. Lo spazio espositivo è immenso, l’ingresso gratuito. Perdetevi tra le molte sale. Ammirate in particolare la sezione dedicata all’Egitto con le sue mummie e l’importantissima Stele di Rosetta. A metà mattinata, fate un break a base di spremuta d’arancia, muffin, burro e marmellata. Vi servirà per rimettervi in forze e fare, magari, ancora un giro prima di avviarvi verso la tappa successiva.

ore 11.30 – Spostatevi ad Hyde Park. Se vi piace viaggiare comodi, chiedete un passaggio a uno dei molti Taxi che circolano per la Città: i prezzi sono modici e il servizio impeccabile. Fate un salto allo Speakers’ Corner, nell’angolo nord-orientale. Ancora oggi, alcune persone tengono discorsi ed esprimono la propria opinione nella storica zona del parco. Fermatevi difronte al laghetto artificiale, prima di tornare nel centro di Londra.

artista di strada Londra

ore 13.00 – Raggiungete il Lungo Tamigi, fate una passeggiata tra i tanti artisti di strada e ammirate il Globe, il Teatro di Shakespeariana memoria. Arrivate fino alla Tate Modern e fate un giro per le sale dopo aver gustato un ottimo Fish&Chips sulla panoramica terrazza del museo.

ore 15.00 – Prendete il Millennium Bridge e raggiungete la Cattedrale di Saint Paul. Un biglietto permette di salire in cima alla cupola. Ingresso consentito fino alle 16.00.

ore 17.00 –  Raggiungete i grandi magazzini Harrods nell’esclusivo quartiere di South Kensington, e concedetevi un po’ di relax nell’elegante ristorante all’ultimo piano dell’edificio, con un English Tee servito con latte, zollette di zucchero bianco e di canna, tramezzini, pasticcini e scones, i tipici dolci inglesi da gustare con crema di burro e marmellata. Il prezzo supera i 30 euro per due persone, ma ne vale la pena.

ore 20.00 – Concludete la serata con un giro sul London Eye, la grande ruota panoramica costruita alla fine degli anni ’90 per salutare l’avvento del secondo millennio. Si parte con una presentazione in 4D, poi, tutti nelle cabine ovoidali che salgono dolcemente fino a 135 metri di altezza, per una visione di Londra davvero spettacolare.

London Eye notte

GIORNO 2

ore 8.30 – Avete voluto la bicicletta… e adesso riprendete il Bus. Oppure la metro. L’importante è che arriviate, in un modo o nell’altro, alla Torre di Londra. Costruita da Guglielmo il Conquistatore e poi ampliata dagli altri sovrani, la Torre fu fortezza, polveriera, palazzo reale e prigione per i detenuti delle famiglie nobiliari. Oggi i suoi custodi sono scelti tra i più valorosi militari della Regina andati in pensione. Il ruolo è molto prestigioso. I guardiani vivono all’interno del complesso insieme alle loro famiglie. Ma tra gli abitanti della Torre, i più importanti sono i corvi. Una leggenda narra, infatti, che quando l’ultimo corvo lascerà la Torre, Londra cadrà. E così, ai poveri animali, alla nascita viene tarpata un’ala, in modo che non possano mai e poi mai volare via. Esplorate la fortezza e ammirate i gioielli della corona all’interno della Sala dei Gioielli Reali. Scattate qualche foto, dove possibile, prima di abbandonare la Torre per mangiare un hot dog a ridosso del Tower Bridge.

Londra Trafalgar

ore 12.00 – Raggiungete la National Gallery in Trafalgar Square. Il museo, fondato nel 1824, ospita più di 2.300 dipinti di varie epoche, dalla metà del XII fino al XX secolo. Come al British Museum, anche qui l’ingresso è gratuito. Ammirate, tra le altre, le opere di Leonardo Da Vinci, Raffello, Tiziano e Botticelli. E poi, ancora, Goya, Cézanne, Van Gogh (qui sono conservati i celeberrimi Girasoli), e tanti altri. Cercate i vostri artisti preferiti poi uscite e mangiate qualcosa nei pressi della coloratissima Piccadilly Circus. Già che ci siete, acquistate un biglietto per un musical da vedere in serata. A Londra il Teatro riveste un’importanza notevole e gli spettacoli sono curati nei minimi dettagli. Sul palco vi capiterà di vedere i migliori attori inglesi e diverse star del cinema. Anche se non siete dei cultori, anche se non capite perfettamente la lingua, l’esperienza è assolutamente tra quelle da provare. Botteghini sono sparsi per tutta la città, ma per i musical più popolari i posti vanno presto esauriti. Per questo, il consiglio è di acquistare i biglietti su Internet prima della partenza. Alcuni siti li offrono a prezzi scontati, ma sempre occhi aperti! Tra gli spettacoli più richiesti, The Lion King, Mamma Mia!, The Phantom of the Opera, Billy Elliot, Cats.

pasticcini fortnum

ore 14.00 – Prendete la metro per Westminster e visitate l’abbazia con la guida audio e video in Italiano. Nei giorni di lunedì’, martedì’, giovedì e venerdì l’orario di chiusura è alle 15.30, il mercoledì e il sabato l’orario è prolungato fino alle 18.00, la domenica il complesso è chiuso alle visite turistiche. Sede delle incoronazioni dei sovrani di Inghilterra e luogo di sepoltura di personaggi importanti, l’Abbazia di Westminster è il più importante luogo di culto anglicano di Londra dopo la cattedrale di Saint Paul. Al suo interno si trovano anche i monumenti sepolcrali di Winston Churchill, sepolto a Bladon, nell’Oxfordshire, Jane Austen, sepolta a Winchester, William Shakespeare, sepolto a Stratford-Jupon-Avon, e Oscar Wilde, sepolto a Parigi.

Ore 16.00 – Fate una passeggiata nei dintorni. Ammirate il Big Ben e la House of Parlament, poi, rilassatevi con un aperitivo sulle sponde del Tamigi, prima di raggiungere il Teatro per lo spettacolo serale.

GIORNO 3

ore 9.00 – Vi siete meritati una giornata di relax! Il programma di oggi prevede: svago, attrazioni e tanto tanto verde. Prima tappa del giorno: Museo di Storia Naturale. Tra dinosauri, realtà virtuale e spettacolari installazioni, scoprite e sperimentate le reazioni atmosferiche e i fenomeni naturali che hanno plasmato il nostro pianeta. Un viaggio interessante, non solo per i più piccoli.

museo storia naturale Londra globo

ore 10.30 – Se avete sufficiente pazienza, mettetevi in fila per il Museo delle Cere. E’ possibile acquistare biglietti che comprendono l’entrata al Madame Tussauds e l’accesso ad una, due o tre altre attrazioni, da scegliere tra la ruota panoramica London Eye, la casa della pauuuura London Dungeons, il grande acquario Sea Life e il simpatico tour dedicato ai più piccoli Shrek’s Adventure.

ore 14.00 – Spostatevi a Régent’s Park, rilassatevi davanti alle colorate e geometriche aiuole e fate un giro nel più antico Zoo scientifico al mondo, tra tartarughe giganti, lemuri, pinguini e tanti altri animali.

ore 17.00 – Concludete il soggiorno con una visita allo storico tee shop di Fortnum & Mason. Perdetevi tra i profumi dei dolci appena sfornati e tra i delicati aromi delle molteplici varietà della bevanda coloniale. Concedetevi una merenda a base di tè e pasticcini e ricordate: sarete tentati di comprare ogni cosa vi passi davanti agli occhi, ma, se viaggiate in aereo, non esagerate con le dimensioni e, soprattutto, imbarcate marmellata e burro, o rischierete di veder finire tutto nel cestino al momento dei controlli, con sommo sgomento vostro, e del vostro palato.